Lavorare sempre più per guadagnare sempre meno è da fessi: l’alternativa c’è